Come aprire un asilo nido

Consigli utili per avviare un asilo nido

COME APRIRE UN ASILO NIDO?

Tra i tanti contatti che riceviamo, molti ci hanno fatto questa domanda: come aprire un asilo nido?

E bene, in questo articolo, cercheremo di darvi una piccola delucidazione in merito a questo argomento.

Innanzitutto, ci teniamo a precisare che APRIRE UN ASILO NIDO non è una cosa semplice e, soprattutto, non è da tutti.
Bisogna avere dedizione verso un vero e proprio progetto educativo per bambini.
Inoltre, prima di arrivare a parlare dei vari requisiti, dovremmo chiarire

COSA SI INTENDE PER ASILO NIDO.

Con questo termine, ci riferiamo ad una determinata struttura in cui un personale competente prende in custodia i più piccoli, occupandosi del loro approccio all’apprendimento, della loro socializzazione ed, ovviamente, anche del loro divertimento.
Parliamo, quindi, di importanti responsabilità.
Ecco perchè, oltre ai requisiti burocratici, bisogna essere sicuri di avere delle specifiche attitudini come, ad esempio, la pazienza nel comprendere e assecondare le esigenze dei piccoli.

 

Fatta questa premessa, parliamo ora dei requisiti personali e di quelli della struttura.

E bene, si. Ospitando per il gioco, il pranzo e il riposo, bambini dai 3 mesi ai 3 anni, l’asilo deve trovarsi in una
struttura idonea e disporre di personale qualificato.

 

Per quanto riguarda la struttura,

L’apertura di un asilo nido è disciplinata dalla Legge nazionale 1044/71 e soggetta a decreti regionali, quindi, è sempre bene, anche con l’aiuto del proprio commercialista, informarsi negli uffici Regionali e Comunali di appartenenza, che saranno, poi, gli stessi che rilasceranno l’autorizzazione ad aprire un asilo nido, con validità 3 anni.

La struttura di riferimento deve avere
– requisiti tecnici, qualitativi, strutturali e igienico- sanitari idonei.
– dimensioni conformi agli standard previsti dal DPGR n. 47/R /2003
ed, in particolare, verranno valutate caratteristiche quali: ubicazione, spazio esterno, cucina, rapporto mq/bambini.
Sarà necessario, inoltre, un sopralluogo delle seguenti istituzioni:
– Asl; per autorizzazione sanitaria
– Vigili del Fuoco; per agibilità/abitabilità dei locali

Passiamo ai requisiti professionali per l’apertura di un asilo nido.

Fatta eccezione per l’asilo nido in casa (per cui è sufficiente possedere il titolo di educatore d’infanzia, avendo la possibilità di gestire un asilo nido da massimo sei bambini), tutti gli asili nido, che siano privati, aziendali o in franchising, necessitano di un personale qualificato.
Quindi, qualora il titolare dell’attività non ne sia in possesso, dovrà assumere personale che abbia almeno uno dei seguenti titoli:
– diploma di operatore dei servizi sociali;
– master per la formazione della prima infanzia;
– diploma di tecnico dei servizi sociali;
– diploma di maestra d’asilo;
– diploma di liceo socio-psico-pedagogico;
– diploma di assistente di comunità infantile;
– laurea in pedagogia.

Oltre a tutto ciò, anche nella scelta del locale bisogna seguire alcune direttive come, ad esempio:

  • bisogna calcolare, per ogni bambino che si intende ospitare, uno spazio interno di almeno sei metri quadri;
  • devono esserci spazi adeguati per svolgere attività all’aperto;
  • deve esserci un bagno per adulti con annesso spogliatoio, per permettere al personale di cambiarsi in uno spazio adeguato;
  • deve esserci uno spazio apposito per il pisolino dei bambini;
  • deve esserci il bagno per i bambini, con distinzione tra maschietti e femminucce;
  • deve esserci una zona per il cambio e l’igiene dei bambini;
  • deve possedere una cucina con dispensa per la preparazione dei pasti;
  • deve esserci l’armadietto per il primo soccorso;
  • deve esserci un guardaroba o, comunque, uno spazio di accoglienza per i bambini;
  • deve esserci un apposito spazio per i colloqui con i genitori.

Inoltre, nella scelta del locale, bisogna considerare anche lo spazio esterno, in modo da poter dare la possibilità ai genitori di parcheggiare e accompagnare i figli nella struttura.

Ovviamente, come in ogni altra occasione, in quanto impresa, non bisogna dimenticare di valutare la concorrenza.

 

Insomma, certamente più semplice dell’apertura di un asilo nido, è l’apertura di una ludoteca/baby parking.
Scopri perché , nel nostro articolo

ASILO NIDO o LUDOTECA/BABY PARKING?

Per ulteriori informazioni e per una consulenza più dettagliata, compila il form sottostante.
Ti ricontatteremo nel più breve tempo possibile per chiarirti ogni dubbio.

    Il tuo nome (richiesto)

    La tua email (richiesto)

    Il tuo telefono (richiesto)

    Oggetto

    Il tuo messaggio

    Se hai un file da allegare, puoi aggiungerlo qui

    No Comments

    Post A Comment

    Watch Dragon ball super

    WhatsApp Un consulente esperto ti aspetta su WhatsApp!

    SCOPRI I VANTAGGI DEL FRANCHISING

    Aprire una ludoteca e comprare arredi e giochi
    è facile! Imparare a guadagnare bene è un’altra cosa.
    Avrai molto di più con il giusto investimento!
    Per ricevere via mail tutte le informazioni riservate, vantaggi esclusivi e i bonus che ti abbiamo riservato,
    inserisci i tuoi dati, subito per te il primo capitolo del libro che ti aiuterà a scoprire "come aprire una ludoteca"!

    Autorizzo il trattamento dei miei dati personali, ai sensi del D.lgs. 196 del 30 giugno 2003 (note legali)
    CHIUDI E TORNA AL SITO